Atsuage to yasai no ankake tofu

Popolare piatto di tofu fritto, con brodo dashi e accompagnato da verdure. È un piatto diffuso negli izakaya, tipici locali giapponesi individuabili al loro esterno dalle famose lanterne rosse, che servono perlopiù bevande, accompagnate da vari stuzzichini: il termine è infatti composto dalle parole "i" (sedersi), saka (sake, bevanda alcolica) e ya (negozio). Sono largamente frequentati da capannelli di colletti bianchi al termine dell'orario di lavoro, che ordinano comunitariamente un certo numero di portate per tutti i commensali, innaffiate comunemente da saké, birra o highball, cocktail a base di whisky.

Il tōfu, definito anche come caglio di semi (di soia), nonostante il nome in lingua giapponese, ha ancestrali origini cinesi. Viene ricavato dalla cagliatura del succo estratto dalla soia, processo molto simile a quello per ottenere il formaggio dal latte.

La sua diffusione in tutta l'Asia combacia con quella del Buddhismo, che prevede una dieta vegetariana e considera il tofu come fonte primaria di proteine.

 

i nostri piatti

Pur non essendo il "piatto forte" della cucina giapponese, esistono nel washoku molte pietanze a base di carne.

Nella cucina giapponese, grande importanza hanno il pesce e le verdure. 

Il riso in Giappone è l'alimento base che accompagna in un modo o nell'altro qualunque pietanza.