Koinobori: carpe nel vento per la festa del bambino!

Il 5 maggio, da quando il Giappone adottò il calendario gregoriano, è la festa dedicata ai bambini: Tango no sekku (端午の節句).

Per celebrarla ci sono usanze diverse, ma la più vistosa e colorata è certamente quella di appendere Koinobori e farli muovere al vento. Si tratta di maniche a vento decorate a forma di carpe koi che originariamente rappresentavano i bambini maschi presenti in famiglia. Spinte dal vento appaiono come tante carpe colorate che nuotano e in questo giorno in giappone si possono osservare vere e proprie distese di Koinobori che si muovono nel cielo!
Nel 1948 il governo giapponese la decretò festa di tutti i bambini e un modo per celebrare la loro felicità ed esprimere gratitudine ai genitori e anche le bambine femmine ed entrambi i genitori vennero inclusi nella rappresentazione dei koinobori.
Da allora la festa è conosciuta anche come Kodomo no hi.

Questa usanza deriva da una antica leggenda che vuole che una carpa che nuotò controcorrente si trasformò in drago. In alcuni casi la manica a vento rappresenta Kintaro, eroe vissuto nel periodo Heian e famoso per la notevole forza che mostrava durante l'infanzia, che cavalca la carpa.

Proprio in onore di Kintaro, il 5 maggio, nelle case giapponesi si espone una sorta di podio che rappresenta l'armatura dei guerrirei giapponesi con il tipico Kabuto, ovvero il casco protettivo indossato in battaglia, per augurare salute e forza ai propri figli. Potete vederne una versione "light" riadattata agli spazi presso la nostra vetrina!

Quindi non ci resta che augurare un buon Tango no sekku a tutti i bambini e alle loro famiglie!